Rollwasch & BIMU 2024

Anche quest’anno Rollwasch sarà presente alla 34esima edizione di BIMU, principale manifestazione italiana dedicata all’industria costruttrice di Macchine utensili a asportazione, deformazione e additive, Robot, Digital Manufacturing e Automazione, tecnologie abilitanti e subfornitura.

Di seguito vi riproponiamo l’articolo scritto dai relatori della fiera, buona lettura! 

SUPER-VibroBLAST-Air DP

Il programma di Rollwasch® per la sabbiatura a secco combinata a vibrofinitura SUPER-VibroBLAST-Air DP (Patent pending – I) comprende macchine con capacità nominale da 60 a 120 l con ugelli di sabbiatura che coinvolgono in 3D le parti nell’unità di finitura, grazie a speciali media elastici QF (Patent pending).

Le macchine Super-Vibroblast (S-VBA) possono avere un sistema antistatico per polimeri, utile per componenti in PA11, PA12, TPU o Compositi. Con VibroBLAST la sabbiatura avviene in massa e in 3D dentro l’unità di vibrofinitura (Patent pending I).
Il sistema S-VBA DP ha ugelli di sabbiatura verticali (TN) siti nell’area superiore del coperchio
per coinvolgere dall’alto le parti trattate, mentre ruotano tridimensionalmente, in senso orario,
dentro la vasca di vibro-sabbiatura (i pezzi incontrano gli ugelli ogni 180°). 

La serie S-VBA DP è concepita su pallet tecnologico per renderne immediata l’installazione con una semplice operazione di plug&play. Basta collegare l’aria SECCA (6 Bar) e la presa Euro alla linea predisposta e la macchina inizia ad operare come è stata programmata durante la fase di collaudo…..Continua a leggere

9.10.24 / 12.10.24 📍 Milano (Italy)
Pad. 15 – Stand G7

Rollwasch & BIMU 2024

Anche quest’anno Rollwasch sarà presente alla 34esima edizione di BIMU, principale manifestazione italiana dedicata all’industria costruttrice di Macchine utensili a asportazione, deformazione e additive, Robot, Digital

VIBROBLAST THE NEW HYBRID TECHNOLOGY

VibroBLAST the new Hybrid Technology Rollwasch® introduces a new surface finishing technology: the “VibroBLAST” technology, result of three patent applications, of about eight years of research activity,